Dove studiare teologia in Italia

Dove studiare teologia in Italia

La teologia non è affatto una disciplina di studi riservata al clero, ai religiosi e ai praticanti del cristianesimo. Si tratta invece di una disciplina filosofica il cui intento è quello di studiare e approfondire il concetto di Dio insito nel pensiero umano. Non si limita, quindi, ad un’unica fede religiosa, ma affronta i vari aspetti relativi alla natura del divino e al rapporto tra fede e ragione. Può esserci un maggiore interesse ad intraprendere questo tipo di studi da parte dei credenti, tuttavia si tratta di un percorso formativo scelto anche da molti studenti laici.

Studiare teologia in Italiavernacular-5

Frequentare un corso di laurea in teologia o un corso di educazione religiosa è una scelta inevitabile per chi abbia deciso di lavorare come docente di religione, ma rappresenta il percorso di formazione ideale per chiunque desideri orientare la ricerca filosofica verso il tema del divino. In Italia, la presenza del Vaticano e delle istituzioni ecclesiastiche, consente agli studenti di teologia di avere a disposizione strutture di alto livello qualitativo. Le Pontificie Università rappresentano una delle scelte migliori, con un riguardo particolare alla Pontificia Università Gregoriana di Roma e all’Università Pontificia Salesiana, che offre l’opportunità di partecipare ai master interculturali. Le facoltà universitarie di filosofia propongono corsi ad indirizzo teologico, e gli istituti superiori di scienze religiose permettono di conseguire la laurea magistrale, con percorsi formativi dedicati specificamente agli studenti laici.

Studiare teologia all’estero

Anche per chi preferisce studiare all’estero, la scelta è ampia. Gli istituti più prestigiosi sono l’Institut Catholique e l’Institut St. Serge di Parigi, il Franciscan Study Centre di Canterbury, e le facoltà di teologia di Heidelberg e di Tubinga. Un discorso a parte merita Israele, luogo simbolo della spiritualità, della teologia e degli studi biblici, dove è possibile seguire percorsi formativi religiosi e teologici, ma anche storici ed archeologici.